Sperimentare e affinare le tecniche di indagine multiparametriche e di elaborazione dati per una migliore caratterizzazione del sottosuolo, è quanto prevede l’accordo firmato il 14 maggio tra l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e il Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università La Sapienza di Roma.

Il gruppo di lavoro dell’Unità Funzionale dell’Ente “Laboratorio misure di geofisica applicata”, coordinato da Marco Marchetti, metterà a disposizione i propri mezzi di indagine e la lunga esperienza nell’esplorazione geofisica del territorio per la ricerca e l’individuazione di importanti strutture antropiche sepolte, necropoli e insediamenti umani.

Un importante riconoscimento all’attività dell’INGV nel settore della geofisica applicata all’archeologia. Dopo gli accordi sottoscritti con la Soprintendenza per l’Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale (ottobre 2017) e con il Parco Archeologico di Pompei (marzo 2018), l’INGV aggiunge questa nuova e importante collaborazione tecnico scientifica volta a valorizzare il patrimonio storico culturale del nostro Paese.

Seguici

social facebook  social flickr youtube1

righetta grigia

Box rassegna

righetta grigia

righetta grigia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
righetta grigia

ingvterremotiwp

righetta grigia

ingvambientewp

box Gallery 232