La 32° campagna estiva (2016-2017) del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) ha preso il via.  Come ogni anno, a far parte del team di ricerca, anche l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Il gruppo di tecnici e ricercatori dell’INGV, formato da Riccardo Vagni, Alessio di Roberto, Graziano Larocca, Paola Del Carlo e Domenico di Mauro, ha lasciato il porto di Lyttelton (Nuova Zelanda) per dirigersi, a bordo della Nave Italica, al Polo Sud.  Partita il 30 dicembre scorso, la nave si trova attualmente (6 gennaio alle 10.30) alla latitudine  69° 54,81S in direzione Mar di Ross e ha percorso 1480 miglia.

Tra le varie attività in programma, installare una nuova stazione per le osservazioni Ionosferiche, già presenti presso la Base italo-francese Concordia di DomeC sul platou antartico a 3200 metri slm; acquisire i dati sismici e campionamenti tephra dei vulcani Melburne e Rittmann; aggiornare le misure di declinazione e inclinazione magnetica e controllo degli apparati di acquisizione dati presso la stazione italiana Mario Zucchelli; e, infine, campionare i sedimenti marini nel mare di Ross per studi tefrostratigrafici e ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali a bordo della Nave Italica.


   antartide

 Foto: da destra a sinistra, Alberto Salvati, Graziano Larocca, Riccardo Vagni, Paola Del Carlo, Domenico Di Mauro, Alessio Di Roberto e Andrea Cannata.

Seguici

social facebook  social flickr youtube1

righetta grigia

Box rassegna

righetta grigia

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
righetta grigia

ingvterremotiwp

righetta grigia

ingvambientewp

righetta grigia

ingvambientewp

righetta grigia
box Gallery 232