La 32° campagna estiva (2016-2017) del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) ha preso il via.  Come ogni anno, a far parte del team di ricerca, anche l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Il gruppo di tecnici e ricercatori dell’INGV, formato da Riccardo Vagni, Alessio di Roberto, Graziano Larocca, Paola Del Carlo e Domenico di Mauro, ha lasciato il porto di Lyttelton (Nuova Zelanda) per dirigersi, a bordo della Nave Italica, al Polo Sud.  Partita il 30 dicembre scorso, la nave si trova attualmente (6 gennaio alle 10.30) alla latitudine  69° 54,81S in direzione Mar di Ross e ha percorso 1480 miglia.

Tra le varie attività in programma, installare una nuova stazione per le osservazioni Ionosferiche, già presenti presso la Base italo-francese Concordia di DomeC sul platou antartico a 3200 metri slm; acquisire i dati sismici e campionamenti tephra dei vulcani Melburne e Rittmann; aggiornare le misure di declinazione e inclinazione magnetica e controllo degli apparati di acquisizione dati presso la stazione italiana Mario Zucchelli; e, infine, campionare i sedimenti marini nel mare di Ross per studi tefrostratigrafici e ricostruzioni paleoclimatiche e paleoambientali a bordo della Nave Italica.


   antartide

 Foto: da destra a sinistra, Alberto Salvati, Graziano Larocca, Riccardo Vagni, Paola Del Carlo, Domenico Di Mauro, Alessio Di Roberto e Andrea Cannata.

Seguici

social facebook  social flickr youtube1

righetta grigia

righetta grigia

Box rassegna

righetta grigia
righetta grigia

ingvterremotiwp

box Gallery 232