ns12 etnza eruzione Misure geochimica plumeUn’altra fase eruttiva dell'Etna è iniziata la mattina del 15 marzo con un nuovo episodio al Cratere di Sud-Est. L'attività eruttiva è stata caratterizzata sin da subito da una moderata attività esplosiva di tipo Stromboliano e dall'emissione lavica da una bocca apertasi a 3010 m di quota. La mattina del 16 marzo la colata lavica avanzando in direzione SE, ed espandendosi sulla copertura nevosa, ha causato un improvvisa esplosione freatica a circa 2700 metri di quota. Qui la neve, al contatto con la lava, si è sciolta, formando delle pozze d’acqua che poi, vaporizzate dalla lava in avanzamento, ha prodotto un’esplosione con frammenti di lava incandescente, di dimensione decimetriche, a distanza di diverse centinai di metri.

Durante le fasi eruttive dell’Etna, i vulcanologi dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV-OE) sono impegnati in numerose attività multidisciplinari di monitoraggio sia per caratterizzare il fenomeno eruttivo sia per dare tempestive informazioni agli organi della protezione civile. Un continuo e puntuale aggiornamento cartografico delle aree coperte dalla colate laviche e dai prodotti dell’attività esplosiva, attraverso l’elaborazione di dati raccolti durante i sopralluoghi effettuati sul terreno e l’acquisizione di immagini aeree visibili e termiche riprese durante i sorvoli in elicottero. Ma le attività comprendono anche la mappatura delle bocche eruttive e delle morfologie ad esse associate e l’aggiornamento della morfologia dell’area sommitale. I campioni dei prodotti eruttati, effusivi ed esplosivi, raccolti durante i sopralluoghi, vengono poi analizzati nei laboratori dell’Osservatorio Etneo non solo per lo studio mineralogico e petrografico del materiale ma anche per la caratterizzazione delle proprietà fisiche del magma, al fine di comprendere la sua origine ed evoluzione all’interno dell’edificio vulcanico.

Prosegue, allo stesso tempo, anche un’intensa attività di monitoraggio geochimico, grazie all’analisi della composizione chimica e del flusso delle specie gassose presenti nel plume vulcanico, e alle sofisticate tecniche di telerilevamento in grado di interpretare i processi di risalita del magma lungo i condotti vulcanici e di definire i potenziali scenari eruttivi. Non mancano, infine, rilievi strutturali per ricostruire e monitorare i sistemi di fratturazione che interessano l’edificio vulcanico, a seguito dei processi di intrusione magmatica. Di fondamentale importanza è, infine, l’uso delle reti di videosorveglianza dell’Osservatorio Etneo, nel visibile e nel termico, distribuite nei vari vulcani attivi siciliani, permettendo di monitorare, in tempo reale, le variazioni sullo stato dei singoli vulcani. Tutte queste attività di monitoraggio vulcanologico vengono realizzate e sviluppate da un gruppo di ricercatori che porta avanti nel tempo la grande esperienza acquisita in questo campo a partire dall'eruzione laterale del 1971. In quell'anno i vulcanologi dell'allora Istituto Internazionale di Vulcanologia di Catania (dal 2001 INGV-OE) guidati da Alfred Rittmann (1893-1980), uno dei padri fondatori della vulcanologia moderna, intrapresero per la prima volta sull'Etna un approccio multidiscliplinare per lo studio dei fenomeni eruttivi.

Newsletter n.12

I volti dell’Etna

I volti dell’Etna

on 13 Aprile 2017

Non si dà pace. Cambia continuamente forma e dimensioni. È  vero, tutti i vulcani attivi lo fanno, soprattutto nell'area sommitale...

Le nubi eruttive dell’Etna

Le nubi eruttive dell’Etna

on 13 Aprile 2017

Sistemi radar installati a 2700 m di quota presso La Montagnola in grado di rilevare l’attività esplosiva dell’Etna, anche in...

L’Etna, Sant’Aituzza e gli altri santi protettori

L’Etna, Sant’Aituzza e gli altri santi protettori

on 13 Aprile 2017

  Fra le numerose e frequentissime eruzioni dell’Etna, quelle che destano preoccupazioni sono quelle che si scatenano lungo i fianchi...

“FIERCE”, un nuovo software per studiare i dicchi

“FIERCE”, un nuovo software per studiare i dicchi

on 13 Aprile 2017

Non sono sempre eruzioni da crateri sommitali, come gli eventi eruttivi dell’Etna in questi giorni. Quando il magma abbandona il...

L'Etna tra neve e lava

L'Etna tra neve e lava

on 13 Aprile 2017

Un’altra fase eruttiva dell'Etna è iniziata la mattina del 15 marzo con un nuovo episodio al Cratere di Sud-Est. L'attività...

Una settimana da giornalisti scientifici

Una settimana da giornalisti scientifici

on 13 Aprile 2017

Interviste video a esperti INGV, stesura di articoli, comunicati e note stampa. Sono solo alcune delle attività svolte dagli studenti...

Una mostra per difendersi dai terremoti

Una mostra per difendersi dai terremoti

on 13 Aprile 2017

Al Palazzo Esposizioni, a Faenza, “Terremoti, passato presente futuro… più sicuro” Realizzata una mostra interamente dedicata ai terremoti, rischio sismico...

INGV e BGS incontrano il Principe Carlo d’Inghilterra

INGV e BGS incontrano il Principe Carlo d’Inghilterra

on 13 Aprile 2017

Un sismologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), Lauro Chiaraluce, e una sismologa del British Geological Survey (BGS), Margarita...

Macedonio Melloni torna tra le lave del Vesuvio

Macedonio Melloni torna tra le lave del Vesuvio

on 13 Aprile 2017

Le spoglie del grande fisico, primo direttore del Reale Osservatorio Vesuviano, troveranno presto una dignitosa sepoltura nel giardino della più...

SAVEMEDCOASTS prepara a proteggere le coste del Mediterraneo

SAVEMEDCOASTS prepara a proteggere le coste del Mediterraneo

on 13 Aprile 2017

Prosegue il confronto tra gli stakeholder protagonisti del progetto europeo SAVEMEDCOASTS. L’INGV, da sempre in prima linea, ha organizzato uno...

L’INGV protagonista alla Festa dei Musei della Natura

L’INGV protagonista alla Festa dei Musei della Natura

on 13 Aprile 2017

Oltre 3000 i visitatori che hanno preso parte alle attività organizzate in occasione della Festa dei Musei della Natura, allestita...

Seguici

social facebook  social flickr youtube1

righetta grigia

righetta grigia

Box rassegna

righetta grigia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
7
14
15
16
17
18
21
22
23
24
25
28
29
30
righetta grigia

ingvterremotiwp

box Gallery 232

 

Note Legali     Privacy         P.IVA 06838821004