ns11 tbingv 1Conferenze, escursioni didattiche e dibattiti scientifici al Workshop 25 years advancing volcano seismology in a wider volcanological context, dell’European Seismological Commission Working Group on Volcano Seismology (ESC) che si è tenuto a Stromboli. Al centro dell’incontro, organizzato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in collaborazione con International Association of Seismology and Physics of the Earth's Interior (IASPEI) e International Association of Volcanology and Chemistry of the Earth's Interior (IAVCEI), la sismologia vulcanica e i metodi di monitoraggio. A coordinare i lavori, il team di ricercatori dell’INGV in collaborazione con l’University of Leeds e il Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura dell’Università di Udine (DPIA).

La vulcano-sismologia nasce circa 150 anni fa grazie ai due scienziati italiani Luigi Palmieri e Giuseppe Mercalli.

ns11 tbingv 2

Palmieri costruì un sismografo elettromagnetico, il primo a registrare tremore continuo prima dell’eruzione del Vesuvio nel 1861. Successivamente, nel 1907, Mercalli osservò delle increspature sulla superficie di un recipiente di Mercurio alcuni secondi prima di un’esplosione tipica a Stromboli. Da qui la nuova scoperta: il segnale sismico registrato su un vulcano è spesso precursore di un’eruzione. Gli sviluppi in sismometria e l’applicazione di metodi sismologici su vulcani, ispirarono i ricercatori a installare la loro strumentazione sui vulcani attivi del mondo. La sensibilità e l’easy handling del sismometro lo rendono strumento ideale per il monitoraggio dell’attività vulcanica.

“Una sette giorni”, spiega Thomas Braun, ricercatore dell’INGV e coordinatore insieme a Marisa Carapezza e Alessandro Gattuso, “dedicata alla sismologia vulcanica e ai metodi di monitoraggio, modellazione, classificazione e previsione basati su sismicità, deformazioni del suolo ed emissioni di gas. I lavori, a cui hanno preso parte 33 ricercatori provenienti da 14 paesi, sono stati scanditi da sessioni di approfondimento dedicate ai segnali sismici registrati sui vulcani non-europei di Cile, Giappone e West-Indies, ai sistemi di monitoraggio sismico a larga banda dei vulcani, e alla correlazione tra l’attività eruttiva e l’attività sismica dell’Islanda”.

ns11 tbingv 4

Anche noto come il faro del Mediterraneo, lo Stromboli è uno dei vulcani più attivi al mondo. Attraverso le sue eruzioni stromboliane già i marinai greci si orientavano nella navigazione e, nel corso degli ultimi decenni innumerevoli progetti scientifici sono stati realizzati in questo laboratorio vulcanico naturale. “Per questa edizione che celebra il 25esimo anniversario del Working Group” prosegue Braun, “è stato scelto Stromboli perché da qui sono partite le radici del progetto. In occasione del convegno della European Seismological Commission (ESC) a Copenhagen, nel 1990, si creò un gruppo di ricercatori dedicato alla vulcano-sismologia, chiamato “Seismic phenomena associated with volcanic activity”. Grazie al salto tecnologico della strumentazione sismica di quel periodo, la nuova disponibilità dei primi sismometri portatili a larga banda (STS-2 e Guralp) con l’acquisizione digitale ad altissima dinamica (24 bit) si rendeva finalmente possibile la realizzazione di array sismici a larga banda per studiare la sorgente sismica dei vulcani. La persistente attività e la buona accessibilità di Stromboli lo rendeva il vulcano predestinato per qualsiasi progetto pilota. Per questo motivo uno dei primi convegni fu tenuto a Stromboli nel 1992, in concomitanza con vari esperimenti scientifici internazionali”.

Il Workshop, nasce per favorire lo sviluppo di discussioni produttive finalizzate alla realizzazione di progetti e pubblicazioni comuni. “La realizzazione dell’edizione giubileo del meeting annuale del gruppo ESC- Working Group on Volcano Seismology, conclude il ricercatore, “è stato un grande successo per vari motivi. A 25 anni dalla fondazione del gruppo, guardando sull’attività di ricerca dell’ultimo quarto secolo, si è potuto costatare che i progressi della vulcano-sismologia sono stati notevoli. Progetti sismologici in combinazione con misure multi-parametriche sono spesso stati sperimentati prima al field-laboratory Stromboli per poi essere estesi su altri vulcani. Seguendo la filosofia di alternare ogni anno le mete degli incontri tra un luogo europeo e un sito oltremare, le proposte per il meeting del 2017 sono La Réunion o le isole Vanuatu”.

 

 

Newsletter n.11

Donne e Scienza, la lunga strada verso la parità di genere

Donne e Scienza, la lunga strada verso la parità di genere

on 10 Febbraio 2017

In poche riescono a occupare ruoli manageriali. Nonostante i passi in avanti verso la parità di genere, le donne sono...

TREASURE: un progetto al femminile

TREASURE: un progetto al femminile

on 10 Febbraio 2017

Lavorano nel mondo della ricerca, hanno il massimo grado di istruzione ma solo un quinto raggiunge livelli apicali di carriera....

Cercando dall’alto i precursori dei grandi terremoti

Cercando dall’alto i precursori dei grandi terremoti

on 10 Febbraio 2017

Un approccio sistemico allo studio della fase preparatoria di un forte sisma. Le anomalie magnetiche e ionosferiche raccolte dai satelliti...

Psicologia dell’emergenza, un aiuto alla popolazione

Psicologia dell’emergenza, un aiuto alla popolazione

on 10 Febbraio 2017

Arrivano così alla spicciolata. Si conoscono tutti tra loro, si abbracciano, si baciano, ridono, scherzano. Sono di tutte le età,...

Dai satelliti, una mappa del suolo della Città del Messico

Dai satelliti, una mappa del suolo della Città del Messico

on 10 Febbraio 2017

Correlare misure di abbassamento del suolo in ambiente urbano, rilevate attraverso tecniche di telerilevamento, con variazioni dei terreni interessati dal...

Quando Sant'Oronzo fece la grazia

Quando Sant'Oronzo fece la grazia

on 10 Febbraio 2017

Chissà se i turisti che visitano la magnifica chiesa di Santa Croce a Lecce l’hanno mai notato. In un cartiglio...

Progetto KnowRISK: a Catania si discute di danni non strutturali causati dai terremoti

Progetto KnowRISK: a Catania si discute di danni non strutturali causati dai terremoti

on 10 Febbraio 2017

Il collasso degli edifici rappresenta ancora oggi la maggiore causa di vittime dei terremoti. Lo ha tragicamente confermato lo sciame...

Conosciamo i sismografi storici:  il tromometrografo Omori-Alfani

Conosciamo i sismografi storici: il tromometrografo Omori-Alfani

on 10 Febbraio 2017

Animato da una passione scientifica fuori dal comune e dotato di una grande maestria nella progettazione di strumenti sismici sempre...

EMSO ERIC: sistemi di osservazione in ambiente marino profondo

EMSO ERIC: sistemi di osservazione in ambiente marino profondo

on 10 Febbraio 2017

Promuovere la ricerca scientifica europea sull'ambiente marino profondo, sotto l’egida della Commissione Europea è l’obiettivo del Consorzio di Ricerca Europeo...

INGV: appuntamento con la vulcano-sismologia al Faro del Mediterraneo

INGV: appuntamento con la vulcano-sismologia al Faro del Mediterraneo

on 10 Febbraio 2017

Conferenze, escursioni didattiche e dibattiti scientifici al Workshop 25 years advancing volcano seismology in a wider volcanological context, dell’European Seismological...

Il Map Journal dei terremoti del 2016

Il Map Journal dei terremoti del 2016

on 10 Febbraio 2017

Sono oltre 50mila i terremoti registrati nel 2016 dalla Rete Sismica Nazionale (RSN) dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)....

Dialogando di vulcani e terremoti a Futuro Remoto

Dialogando di vulcani e terremoti a Futuro Remoto

on 10 Febbraio 2017

L’Osservatorio Vesuviano dell’INGV, tra i protagonisti della grande festa di divulgazione scientifica di Città della Scienza di Napoli, nata per...

Un terremoto simulato per un’emergenza vera

Un terremoto simulato per un’emergenza vera

on 10 Febbraio 2017

Come si gestisce al meglio un’emergenza sismica? È possibile migliorare la capacità di risposta logistico-operativa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia...

Marsica 1915 – L’Aquila 2009: un secolo di ricostruzioni

Marsica 1915 – L’Aquila 2009: un secolo di ricostruzioni

on 06 Febbraio 2017

La paura del terremoto e il contributo che questa può dare all’azione del cittadino a favore della sicurezza sismica sul...

Seguici

social facebook  social flickr youtube1

righetta grigia

righetta grigia

Box rassegna

righetta grigia
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
5
6
7
9
12
13
14
15
16
19
20
29
Data : Sabato 29 Aprile 2017
30
righetta grigia

ingvterremotiwp

box Gallery 232

 

Note Legali     Privacy         P.IVA 06838821004